India, un viaggio a Jammu

di Francesca Spanò Commenta

 

L’India è talmente grande che non è possibile scoprirla in pochi giorni e con un solo viaggio e questo ormai è chiaro a tutti. Se durante uno dei vostri tanti tour, volete avvicinarvi ad un’area particolare, potete giungere fino a Jammu una parte dello stato del Jammu & Kashmir. Si trova nell’estremo nord dell’India ed è la patria dei Dorga, degli Hindu e dei Sikh. L’area di religione induista, non manca però di ospitare anche piccole comunità mussulmane.E’ diventata famosa negli ultimi tempi soprattutto per il suo soprannome che è  la “città dei templi’. I turisti, infatti, adorano visitare i più importanti centri di devozione hindu, come il tempio di Raghunath, dedicato a Rama o il tempio grotta di Vaishno Devi. In questo caso si arriva dopo un percorso piuttosto lungo, che preoccupa i visitatori ma non i devoti.

Chi si reca nella parte centrale della vecchia città, potrà vedere il complesso unico a nord dell’India di Raghunath Mandir. Intorno ci sono molti altri suggestivi templi e, in questo caso, non mancano comunque le peculiarità di un’area sacra indù. Si parte dalle statue gigantesche di divinità e di molti lingam, o Linga e notevoli fontane intorno alla fortezza Bahu.

dentro la cinta muraria della fortezza che compare misteriora su una roccia, c’è il tempio di Bawey Wali Mata in cui, ogni martedì e domenica, giungono i pellegrini. Dentro il  vecchio palazzo Mubarak Mandi, non dimenticate di visitare il Museo d’arte Dogra, la Dogra Art Gallery, che espone bellissime collezioni di dipinti e di miniature delle scuole dello Jammu e del Bahsoli. Dall’altro lato invece si può federe il fiume Tawi e un tempio dedicato a Mahamaya. Chi ha tempo dovrebbe arrivare al Museo dell’Amar Singh Palace, con una serie di ritratti di famiglia delle personalità dello Jammu-Kashmir, dipinti pahari e miniature. Jammu si raggiunge facilmente in aereo, in treno o in auto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>