Viaggio in Nuova Zelanda sul set de Lo Hobbit

di Francesca Spanò Commenta

 

“Lo Hobbit-un viaggio inaspettato”, il prequel de Il Signore degli Anelli, attualmente al cinema, ha riportato grande interesse intorno alla Nuova Zelanda, lo stesso che in fondo non si è mai del tutto spento. Dallo scorso 13 dicembre ha infiammato gli animi di quanti vivono di avventure fantastiche e vogliono sognare quando si recano nelle sale. Il lavoro cinematografico, fa seguito ad un libro di Tolkien in un viaggio nel tempo tra realtà e fantasia.

La trilogia precedente è stata un successo, chissà come sarà questa e, intanto, il set voluto da Peter Jackson per creare il mondo fantastico di Bilbo e Frodo Baggins è la Nuova Zelanda, che in quanto a panorami mozzafiato è seconda a pochi posti nel Pianeta Blu.

Un itinerario a tema, consiglia un giro in loco lungo 21 giorni per coprire il meglio delle location del film. Si comincia da  Queenstown, nell’isola del Sud, dove sono state girate le scene di montagna, si passa a Matamata, un piccolo paese dell’isola del Nord che rappresenta la patria degli Hobbit. E’ carina la possibilitò di poter vedere ancora le casette scavate nella collina. Ci sono ancora i vulcani del Tongariro National Park che interpretano le “tenebre di Mordor” e non è possibile dimenticare Wellington, dove si visitano gli studi cinematografici e il Weta Cave Museum, per scoprire il dietro le quinte del film. Ancora, è d’obbligo passare per “Hobbiton”, che nella realtà è la foresta Otaki Totara, dal “regno di Saruman” ad Harcourt Park e dal “regno degli Elfi” nel Kaitoke Regional Park. per concludere, si visitano Rotorua, Tongariro, Kapiti Coast, Motueka, Punakaiki, Glacier Region/Fox Glacier, Queenstown. La proposta di viaggio è della Kuoni, da dicembra a luglio 2013, durante la primavera/estate dell’emisfero australe per un costo che parte da € 3840 a persona. Una partenza importante certo, ma di sicuro indimenticabile in un posto da sogno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>