A Roma la rinascita della Fontana di Trevi

di Francesca Spanò Commenta

 

La Fontana di Trevi a Roma è pronta a rinascere e al suo restauro contribuirà addirittura Fendi. Uno dei simboli della Città Eterna, legata indissolubilmente alla Dolce Vita e al Complesso di Quattro Fontane è visitato ogni giorno da milioni di turisti ed ha bisogno di una risistemazione generale. La griffe nel ’77 ha presentato un cortometraggio, con lo script di Karl Lagerfeld, che ritraeva una turista che faceva il bagno nella fontana di Trevi. Questo senza dimenticare, come rivela Silvia Venturini la figlia di Anna Fendi che nell’Ottanta le sorelle del brand pubblicarono il libro Le fontane di Roma. Ora è il momento di dare una mano al monumento a tornare a splendere come una volta. 

La nota maison della Capitale ha preso parte ovviamente alla presentazione ufficiale in Campidoglio, del progetto ‘Fendi for Fountains‘, per dare il via ai lavori di restauro che riguarderanno Fontana di Trevi e il complesso delle Quattro Fontane, con una donazione al Comune di Roma, di 2 milioni 500mila euro. La convenzione è stata firmata il 14 dicembre per un esempio di mecenatismo culturale assolutamente lodevole.

Fendi non avrà nulla in cambio, ma avrà fatto un’opera di valore inestimabile per il mondo intero. I lavori, dal loro inizio, dureranno venti mesi e dovrebbero comunque terminare entro il  2015. Il discorso, invece, è diverso per Quattro Fontane. In questo caso, la risistemazione dovrebbe essere completata entro il 2013. Il sindaco Gianni Alemanno ha sottolineato che non ci sarà “lo stesso iter lento di quello per il Colosseo” e riguardo ai cartelli, “Verrà solo apposto un cartello 30 per 40 a fianco della Fontana che dice chi fa i lavori. Durante tutto il restauro la fontana verrà ricoperta da una riproduzione di quello che c’é dietro senza alcuna pubblicità”. Dopo l’appello del Comune che parlava di serio rischio di deterioramento per la Fontana di Trevi, Fendi ha raccolto l’invito e si è dichiarata fin da subito fiera di poter contribuire alle operazioni di salvataggio, finanziandole.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>