Vacanze a Pasqua più lunghe nel 2014, ma in classe prima

di Francesca Spanò Commenta

 

Le cose stanno cambiando anche e soprattutto tra i banchi. Se siete tra i ragazzi che si sono sempre lamentati per le vacanze di Pasqua troppo brevi, sorridete perché queste potrebbero essere le ultime con tale formula. Si prevede che aumenteranno almeno il prossimo anno, ma dove sta la fregatura? Si tornerà in classe prima, già da dieci settembre e, quindi, diminuiranno i giorni liberi in estate almeno nella maggior parte delle regioni italiane. Parliamo comunque solo dei dodici mesi in arrivo e non di una regola definitiva.

 Nell’anno scolastico 2013-2014 i giorni di lezione saranno 206 e le vacanze pasquali riguarderanno i giorni compresi dal 18 al 26 aprile. Insomma, ci sarà lo stop primaverile, mentre le lezioni termineranno il 7 giugno. Ancora, le vacanze di Natale saranno fissate dal 23 dicembre al 6 gennaio e a Pasqua sarà inclusa nello specifico anche la festa di Carnevale e la Liberazione. 

Insomma, un anno particolare in arrivo che farà gioire i ragazzi anche se il ritorno in classe dopo l’estate, ancora peggio se in anticipo sarà molto dura. Lo stop di Pasqua è sempre piuttosto breve e si rimpiange il Natale quando, nonostante i tantissimi compiti per le vacanze, ci si può svegliare qualche ora più tardi per molti giorni in un periodo in cui le feste, le abbuffate e i regali sembrano non finire più. A confermare le novità. la recente Conferenza per il Diritto allo Studio che ha dato il via libera al calendario scolastico regionale 2013/2014 che avrà 206 giorni di lezione. Alberto Cirio, assessore regionale all’Istruzione ha detto per l’occasione: “Abbiamo condiviso con il mondo scolastico il calendario, che ha come primo obiettivo quello di garantire l’attività didattica con poche frammentazioni. Entro aprile la Giunta approverà una delibera che permetterà alle scuole di rivolgersi alle Asl territoriali in forma convenzionata, in modo da abbattere i costi pur nel rispetto della normativa nazionale”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>