In Turchia nella Valle delle Farfalle

di Francesca Spanò Commenta

La Valle delle Farfalle, il nome è già meraviglioso. Si trova in Turchia ed è legato in particolare agli hippie i primi veri fruitori della zona. Gli stessi trovarono la destinazione sulla via dell’Oriente. Si tratta di un canyon di pietra che sorge alle falde del Monde Babadag che si apre sul Mediterraneo in corrispondenza di una spiaggia dorata.

Nella Valle della farfalle lo spettacolo naturalistico è garantito tra mare e montagne e queste creature sono in buona parte “tigrate”, appartenenti ad una specie molto rara quanto ricercata. Tutta da fotografare insomma. Sono trascorsi 40 anni da quanto sono state viste in massa per la prima volta ma, per fortuna, non sono mai andate via. Lo scenario è simile e per fortuna non troppo invaso dai turisti. Sono stati per primi i locali a fare in modo che si mantenesse una certa tranquillità e hanno portato avanti una vera e propria battaglia per non lasciare che della zona restassero i ricordi di quello che è stata.

Ancora oggi, dunque, si arriva a bordo di un piccolo caicco che potrete prendere da Fethiye o da Oludeniz e dormirete in tenda o in piccoli bungalow di legno. Non sono richieste le prenotazioni e non temete perché all’arrivo il posto per voi non mancherà mai. Dalla valle giungerete al villaggio di Faralaya, che è rimasto isolato per anni. Da qui il panorama sulla costa è garantito e non potete perdervelo. C’è da dire che questa è pure una delle tappe della Via Lica, un percorso noto agli antichi Romani. E’ bellissimo perché comprende scogliere a picco sul mare e siti archeologici. Comprende la Costa Turchese da Oludeniz ad Antalya e piace molto ai trekker. Insomma, un tipo di tour dove le emozioni e soprattutto le suggestioni non sono risparmiate al visitatore in vacanza in un luogo splendido come la Turchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>