Empire State Building, perché visitarlo

di Valentina Commenta

Perché visitare l’Empire State Building? Per chiunque abbia la possibilità di visitare New York un salto sulla parte più alta di questo grattacielo è forse una delle tappe che proprio non possono mancare. Non è un caso che sia stato inserito tra gli edifici storici da visitare.

New York City skyline

L’Empire State Building per molto tempo è stato uno degli edifici più alti del mondo e degli Stati Uniti, almeno fino all’arrivo delle Torri Gemelle prima e del New World Trade Center negli ultimi anni. Ma non è solo questa particolarità tecnica a fare di lui uno dei monumenti “viventi” della città. E’ la storia della sua costruzione e di chi ha contribuito alla stessa a renderlo una delle cose più interessanti della metropoli. Ed il fatto che consenta di svettare su molte delle costruzioni che si trovano nella città.

Salire su questo grattacielo consente di “vivere” letteralmente con un solo sguardo l’intera zona di Manhattan ed oltre. Senza contare che con la sua sola presenza da modo al turista di respirare la storia di una città come New York. Non molti sanno che accanto a quello che era il blocco principale del grattacielo, ancor prima che lo stesso venisse costruito vi era un piccolo laghetto e che la costruzione originaria fu per una gran porzione del 19esimo secolo prima residenza e poi albergo della famiglia Astor.

Se si è turisti a New York, insomma, una visita all’Empire State Building è necessaria per vivere un’esperienza completa della città. Anche se si soffre irrimediabilmente di vertigini.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>