Tempted: viaggiare senza bambini e non avere sorprese

di Daniele Pace Commenta

L’offerta è ampia, e si va dalle vacanze low cost a luoghi più lussuosi o sportivi, per chi non vuole farsi mancare l’adrenalina anche in vacanza.

Spread the love

Molti genitori amano viaggiare senza bambini, e nemmeno vogliono trovare i bambini degli altri, e per questo si stanno rivolgendo a Tempted, il portale “children free” per il turismo. Nulla contro i pargoli, ma i bambini sono spesso un ostacolo per le vacanze, momento di relax e riposo, scoperta e svago, dopo un anno di lavoro intenso.

Oggi, per evitare anche i figli degli altri, che una piattaforma specializzata per viaggiare senza il pericolo di incontrare bambini. E si può sempre fare una vacanza con i figli e un’altra senza. La piattaforma Tempted garantisce che nella struttura che vi ospiterà non ci saranno bambini a disturbare la vostra tranquillità.

L’offerta è ampia, e si va dalle vacanze low cost a luoghi più lussuosi o sportivi, per chi non vuole farsi mancare l’adrenalina anche in vacanza. Oppure ci sono le vacanze gastronomiche, o quelle dedicate agli sport motoristici. Insomma, Tempted ha una grande varietà di proposte, con un unico comun denominatore: è “children free”.

A creare la piattaforma è stata l’imprenditrice francese Mariam Bulin-Diarra, una vita passata nel settore. È stata infatti manager con incarichi di altissimo livello in TourMega, State Farms, Symantec e Vedior Group/Randstad. Oggi si è buttata a capofitto nella sua start up californiana, per soli adulti, ma senza naturalmente riferirsi a temi “sessuali”. Solo adulti perché da lei non troverete bambini.

La nuova piattaforma

Tempted ha bandito bambini e adolescenti, per lasciare finalmente gli adulti da soli. Ne parla la stessa Bulin-Diarra a San Francisco, in occasione della presentazione della sua piattaforma:

“Si tratta di una startup hitech di viaggi che si focalizza nelle vacanze senza figli in alcuni dei migliori hotel, resort e ristoranti nelle più belle destinazioni del mondo”.

E questo è solo l’nizio, perché la start up è destinata a crescere con gli accordi commerciali in atto con Booking.com, TripAdvisor, Get Your Guide, Klook e Orbitz. Si tratta di un bacino di utenza enorme, se pensiamo che solo Booking tratta circa 30 milioni di strutture. C’è tutto, dalla sportiva Get Your Guide alle vacanze tutto incluso di Orbitz. Oppure ci sono i pacchetti viaggi per gli amanti dell’enogastronomia, per andare a Parigi, o anche le vacanze per gli amanti di arti marziali in Thailandia, per non parlare delle esperienze nei test drive della Ferrari.

Non vi resta che iscrivervi e iniziare a navigare tra le tante offerte over 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>