Già 7 mila visitatori per la mostra “Fattori e il Naturalismo in Toscana” a Villa Bardini

di Blogger Commenta


La nuova linea Ataf che da ieri collega il centro storico al Forte di Belvedere apre al turismo culturale spazi tanto straordinari quanto quasi dimenticati. Ma già in questi giorni circa 7000 persone sono salite per Costa San Giorgio a Villa Bardini per visitare la spettacolare mostra Fattori e il Naturalismo in Toscana che lo scorso 19 marzo ha inaugurato il ciclo di esposizioni ed eventi promossi dall’Ente Cassa di Risparmio con la Sovrintendenza Speciale per celebrare il più famoso degli artisti Macchiaioli a un secolo esatto dalla scomparsa (www.firenzeperfattori.it).
Questo primo, promettentissimo bilancio ufficiale è emerso oggi in Provincia, dove l’assessore ai Trasporti Maria Cristina Giglioli ha presentato la nuova linea Ataf con i rappresentanti di Palazzo Vecchio (vicesindaco Giuseppe Matulli e assessore al Turismo Silvano Gori), della stessa Ataf (direttore della comunicazione Mirco Cantelli) e dell’Ente Cassa (il consigliere Michele Gremigni, segretario generale della Fondazione Parchi Bardini e Peyron, ovvero dell’istituzione che gestisce Villa Bardini e le sue iniziative culturali).
In 13 giorni”, ha spiegato Gremigni, “la mostra di Fattori ha ricevuto una media quotidiana di oltre 500 visitatori, con punte di oltre 1000 persone a Pasquetta e oltre 1300 domenica scorsa. Un successo che soddisfa le migliori previsioni e che sarà senz’altro ulteriormente favorito da questa nuova linea di collegamento nata dalla collaborazione tra Provincia, Comune e azienda dei trasporti”.
Si tratta di un servizio sperimentale, hanno ricordato assessori e vicesindaco, che collegherà appunto Ponte Vecchio e Forte Belvedere. Il minibus (20 posti di cui 10 a sedere) si chiamerà Forte e sarà attivo fino al 30 giugno. Il percorso prevede fermate in Via de’ Bardi, Via San Miniato, Costa San Giorgio, Piazza Pitti, Borgo San Jacopo. Frequenza ogni 25 minuti dalle 9,30 alle 20,30. Il costo del biglietto è identico a quello delle altre linee. L’investimento di € 27.500 sarà diviso a metà tra Provincia (13.500) e Comune (14.000).
La linea Forte integra il servizio navetta privato istituito dall’Ente Cassa tra Piazza Poggi e Villa Bardini. Un’integrazione fondamentale per incentivare l’uso del mezzo pubblico tra gli abitanti di Firenze e per far conoscere al mondo del turismo angoli meno frequentati.
Curata da Francesca Dini, la mostra Fattori e il Naturalismo in Toscana presenta 35 opere per lo più di grandi dimensioni, mettendo a confronto il grande vecchio dell’arte italiana con dieci più giovani pittori (Panerai, Micheli, Sorbi, Cannicci, Lecconi, Ferroni, i fratelli Gioli, i cugini Tommasi).
Ne risulta una Toscana di fine Ottocento straordinariamente accesa di luci e di colori, fatta di vasti paesaggi e natura incontaminata, di lavoro dei campi e placidi buoi, di boschi, fiumi e colline, di vita cittadina e selvaggio west maremmano, con molti cavalli, contadine, soldati e popolani. Scenografie di taglio cinematografico, fotogrammi spettacolari, memorie palpitanti di un inconfondibile angolo di mondo.
“Sono molto lieto”, dice il presidente dell’Ente Cassa Edoardo Speranza commentando l’ottimo primo bilancio, “che turisti e fiorentini abbiano apprezzato questa nostra iniziativa. Il cui scopo è far riscoprire Giovanni Fattori e i grandi pittori della sua epoca in un ambiente come Villa Bardini, il più idoneo per sottolineare l’ispirazione naturalista di quegli artisti”

Via | Presskit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>