I luoghi del medioevo spagnolo: Avila

di Blogger Commenta

La quarta e penultima tappa del nostro itinerario sulle tracce del medioevo spagnolo ci porta ad Avila, una cittadina arroccata a più di mille metri sul livello del mare su una parete rocciosa lungo le sponde del fiume Adaja.
Avila è infatti il capoluogo di provincia ad altitudine più elevata di tutta la Spagna.

LE TRACCE MEDIEVALI
La cinta muraria più antica risale al III secolo avanti Cristo, ma le mura più famose sono di periodo medievale poiché sono le meglio conservate in tutta Europa. Si estendono per una lunghezza di due chilometri e mezzo, con circa 2500 merli, un centinaio di torri, sei porte e tre cancelli.

COSA NON PERDERE
La porta dei Leales è uno dei principali punti di accesso alla città antica. Da qui ci si trova direttamente alla Cattedrale, un tempio con aspetto di fortezza costruito tra il XII e il XIV secolo. Sulla facciata si sovrappongono motivi gotici e barocchi, mentre all’interno spiccano le decorazioni in rilievo del retrocoro e del sepolcro di El Tostado, realizzato in alabastro.
Angoli medievali si trovano ovunque ad Avila, come la piazza dei Davila, tra le case nobiliari del Rinascimento. Nelle vicinanze non perdetevi anche il torrione dei Guzmanes, che risale al XVI secolo e che ora è sede amministrativa della provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>