Catacombe di San Gennaro a Napoli, luogo insolito da visitare

di Cinzia Iannaccio Commenta

Le Catacombe di San Gennaro sono parte integrante di quella che è definita come “Napoli Sotterranea”, un insieme di luoghi storici, artistici e culturali che raccontano la vita millenaria di questa complessa ed affascinante città. Queste catacombe -scavate nel tufo- sono divise in due livelli, non sovrapposti e facilmente accessibili per tutti: sono inoltre caratterizzati da ampi spazi a differenza delle catacombe romane.

catacombe san gennaro a napoli

 

Il nucleo originario delle Catacombe di San Gennaro risale al II secolo d.C: era probabilmente la tomba di una famiglia gentilizia donata poi ai cristiani. Nel IV secolo d.C. vi furono deposte le spoglie di Sant’Agrippino, primo patrono di Napoli, nella basilica ipogea a lui dedicata, ed il sito fu allargato in un’unica grande navata scavata nel tufo. Intorno a questa si è poi sviluppato tutto il reticolo della catacomba inferiore, con spazi altrettanto ampli e soffitti alti fino a 6 metri: qui si può osservare anche una fonte battesimale dell’VIII° secolo.

 

La catacomba superiore,  ha origine da un altro antico sepolcro risalente al III° secolo d.C. benché la sua espansione sia dovuta alla traslazione delle spoglie di San Gennaro nel V° secolo: ben presto divenne importante meta di pellegrinaggio e luogo ambito per la sepoltura. Non a caso divenne anche il luogo della sepoltura dei vescovi di Napoli, con una cripta dedicata e sito di una maestosa basilica a tre navate, per l’appunto sotterranea.

In questi spazi ci si perde con la mente e lo sguardo, in un’aura che oscilla tra misticismo e spiritualità: è come se il tempo si fosse fermato!

A rendere il tutto più affascinante e particolare è senza dubbio l’illuminazione, con un gioco d’ombre che valorizzano il sito archeologico, senza metterne a repentaglio le opere pittoriche (si utilizzano lampadine al LED). Non ci sono barriere architettoniche: abbattute già dal 2009 per lasciare spazio a passerelle e rampe. C’è anche un percorso tattile per visitatori non vedenti.

Nelle catacombe la temperatura è bassa, non supera mai i 15° C, per cui anche in estate è consigliato visitarle muniti (oltre che di scarpe comode) di uno scialle o giacchetto.

 

Catacombe di San Gennaro

L’ingresso è adiacente alla Basilica del Buon Consiglio,
Via Capodimonte, 13.

 

Orari di apertura

Dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 17:00 (ultimo ingresso ore 17:00)
domenica dalle 10:00 alle 14:00 (ultimo ingresso ore 14:00)

 

 

Leggi anche:

Guida di un viaggio a Napoli

 

 

 

Foto: Thinkstock

Fonte: Catacombe di Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>