Il viaggio di nozze al tempo del Web 2.0: l’esempio di Opodo.it

di Blogger Commenta

Il viaggio di nozze? Si racconta su Internet. Anzi meglio, ai tempi del Web 2.0 si condivide con tutto l’entourage di amici e parenti. Ecco allora che in Rete nascono spazi appositi (ad esempio su siti di agenzie di viaggio) dedicati agli sposi dove, oltre alle informazioni sul matrimonio, gli invitati possono visualizzare e consultare l’itinerario del viaggio prescelto, lasciare un messaggio. E al rientro, visualizzare foto e video della ‘luna di miele’. O magari cliccare la lista nozze online gestita dal sito di booking. Una simile iniziativa è stata inaugurata oggi da Opodo.it, agenzia di viaggi telematica attiva in tutta Europa, che ha aperto una nuova sezione dedicata proprio ai viaggi matrimoniali.

IL VIAGGIO DI NOZZE CON OPODO.IT
Secondo Opodo.it se è in calo il numero dei matrimoni non lo è certo quello dei viaggi di nozze per cui nel corso dell’ultimo anno si è addirittura registrato un aumento delle richieste. La ‘luna di miele’ continua a rappresentare un must per gli sposi italiani irrinunciabile. La vogliono ricordare e raccontare sul Web. E la possibilità è oggi realizzabile nella nuova area battezzata da Opodo.it dove i promessi sposi in cerca di ispirazione potranno consultare alcune idee e suggerimenti di base, per poi richiedere una proposta su misura al neonato Opodo Wedding, il nuovo team dedicato ai viaggi matrimoniali. Nato dalla partnership strategica stretta da Opodo con un tour operator specializzato e un’affermata wedding planner, il team mette a fattor comune le esperienze e competenze proprie di ciascuno degli attori coinvolti.

VIAGGI PIU’ BREVI E VICINI
Anche in tempi di crisi, dunque, gli italiani non rinunciano al viaggio di nozze stando attenti, però, al portafoglio. Le prenotazioni per il 2010 indicano infatti uno spostamento della domanda verso viaggi più brevi e, parallelamente, mete meno distanti. Le classiche destinazioni di Polinesia e Australia sono state surclassate dalle più abbordabili aree dei Caraibi e dell’Oceano Indiano, con una predilezione per le spiagge di Messico, Giamaica, Antigua e Barbuda – spesso abbinate ad un breve tour degli USA – e Seychelles. Tra le novità 2010 poi, e a conferma di come anche la tivù possa essere fonte d’ispirazione per i futuri sposi, spiccano le Corn Islands, in Nicaragua, set del reality ‘L’Isola dei Famosi’.

QUANTO SI SPENDE
E se ‘parsimonia’ sembra essere la nuova parola d’ordine degli sposini italiani, i dati sulla spesa media confermano che il viaggio di nozze continua ad essere vissuto come un’esperienza unica e, in quanto tale, degna di un investimento comunque di rispetto: si parte da un minimo di 6.000 euro fino ad un massimo di 15.000 a coppia. E intanto cresce il numero delle coppie italiane (circa il 50%) che sceglie di inserire la luna di miele nella propria lista nozze. Si può discutere di durata o destinazione, ma non di qualità: e così in molti casi si continua a richiedere il supporto di un consulente esperto, in grado di consigliare e guidare la coppia nella loro scelta di viaggio.

SPOSARSI ALL’ESTERO
In crescita anche il trend dei matrimoni all’estero, formula il più delle volte prediletta da chi è in seconde nozze, da chi ricerca una dimensione più intima e sceglie così di partire con pochi cari o, ancora, da chi decide di ottimizzare i tempi e di sposarsi durante il viaggio di nozze. Tra questi c’è anche chi, non intendendo rinunciare al sacramento matrimoniale, fa esplicita richiesta di cerimonia cattolica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>