Alla scoperta di Casablanca

di Giulia T Commenta

Casablanca, città del Marocco occidentale situata sulla costa dell’Oceano Atlantico, è una meta affascinante e misteriosa, perfetta per immergersi completamente nella vita marocchina e vivere alcuni giorni di completo relax. La città di Casablanca, il cui nome deriva dal berbero Tigmmi Tumlilt che significa appunto La Casa Bianca, è stata fondata dai portoghesi verso la fine del 1500: l’influenza europea, mescolata alle tradizioni berbere, ha dato origine a veri e propri capolavori artistici, dove il simbolismo cattolico affianca quello tipico mussulmano, in un connubio perfetto.

Iniziamo il nostro viaggio virtuale visitando subito una delle meraviglie della città: la Moschea di Hassan II. Si tratta della terza moschea più grande al mondo per dimensioni, con un minareto alto ben 210 metri che conquista il titolo di minareto più alto del mondo, con funzioni anche di faro per il porto adiacente. La moschea infatti sorge in parte sull’oceano ed è aperta anche ai turisti non mussulmani.

L’emozione più grande per chi giunge a Casablanca, è senza dubbio quella di osservare la città vecchia: il contrasto con la moderna metropoli di oggi è sconcertante! La città vecchia è cinta da mura, percorsa da stradine strette e spesso tortuose, con spiazzi dove si possono trovare bancarelle per un improvvisato mercato colorato. Attenzione però all’alto tasso di criminalità: non avventuratevi soli tra i vicoli, per evitare spiacevoli ricordi della vacanza.

Nella città nuova è visitabile il Mahakma del Pascià (sede della corte giuridica islamica), la Sqala (Bastione fortificato del 17° secolo salendo in cima al quale si gode di un’ottima vista della città) ed il Santuario di Sidi el-Kairouani, dove è custodita la tomba del primo patrono della città.

Immancabile una visita sul lungomare: partendo dal faro e percorrendo il boulevard de la Corniche, potrete trovare ristoranti, piccoli bar, locali e molto altro ancora, mete preferite degli abitanti locali. Quì vicino è anche situato il Marabutto di Sidi Ard er-Rahman, un vecchissimo cimitero che sorge su un promontorio roccioso, raggiungibile solo con la bassa marea, meta di pellegrinaggio annuale. Infine due chiese cattoliche degne di nota: la chiesa di Notre Dame de Lourdes e la Cattedrale del Sacro Cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>