Round the world tickets: tutto il mondo con un biglietto aereo

di Blogger 1

Round-the-world-tickets-tutto-il-mondo-con-un-biglietto-aereoDestinazione giro del mondo. Suona decisamente bene ed è meno difficile di quanto può sembrare. Sono sempre più diffusi, infatti, biglietti aerei “globali”: hanno un prezzo poco più caro di quello delle tratte più lunghe (a partire da circa 2.000 euro) e una durata che non deve per forza essere enorme. Ci sono biglietti Round the World (Rdw) che durano anche solo dieci giorni. Per evitare di impazzire tra fusi orari e “zapping culturale”, però, il consiglio è prevedere almeno un mese di tempo. Le regole sono semplici: il punto di partenza e il punto di arrivo devono coincidere e bisogna spostarsi sempre nella stessa direzione, verso Est o verso Ovest. È compresa inoltre solo una traversata dell’Oceano Atlantico e una del Pacifico. Il viaggio deve essere prenotato prima della partenza, ma le date e le tratte possono essere modificate anche in seguito.

IL ROUND THE WORLD (RDW)
Il tragitto aereo è offerto da singole compagnie (come Virgin o Klm) o da un’alleanza di vettori. Le più note sono Star alliance (www.staralliance.com, particolarmente forte in Nordamerica, Asia, Africa ed Europa con Continental e Lufthansa), Oneworld (http://it.oneworld.com/enit/, che dedica un’attenzione particolare alle Americhe, all’Asia e all’Australia e comprende British Airways e Cathay Pacific) e Skyteam (www.skyteam.com, perfetta per l’emisfero Sud, grazie ai collegamenti di Air France e Aeroflot). Il prezzo del biglietto dipende dalla classe (economica o business), dal paese di partenza e dal numero di miglia, a partire da 26 mila.

UN SITO CON I SUGGERIMENTI
Dove andare? Il trucco per sfruttare al massimo il biglietto è partire alla scoperta di posti particolari dove difficilmente capirà di tornare. Preferire quindi Helsinki a Parigi e Città del Capo al Cairo. I siti che raccolgono le esperienze dei giramondo (per esempio www.roundtheworldticket.com) inseriscono tra le destinazioni da non perdere i parchi naturali della Nuova Zelanda, le rovine Maya di Tikal in Guatemala, le spiagge di Bali e il complesso archeologico di Angkor Wat in Cambogia.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>