John Lennon compie 70 anni virtuali: sette giorni di festeggiamenti negli Usa

di Redazione 1

Il 9 ottobre prossimo John Lennon avrebbe compiuto settant’anni. Le manifestazioni in suo onore sono moltissime in tutti gli Stati Uniti e anche Los Angeles, citta’ culto della musica americana per antonomasia, si prepara a sette giorni intensi di eventi, musicali e non, per celebrarne e ricordarne la leggenda. Il weekend appena trascorso ha regalato a pubblico e fan due notti di emozioni e musica live che hanno visto protagonisti, all’Orpheum, uno dei teatri storici di Los Angeles, Yoko Ono e il figlio Sean, con lo storico progetto Plastic Ono Band, accompagnata dall’eclettica regina del pop-burlesque Lady Gaga e da molti nomi celebri del cinema e della musica: Perry Farrel, Iggy Pop e Vincent Gallo, solo per citarne alcuni, tutti uniti per creare uno spettacolo che fosse all’altezza di una personalita’, quella di Lennon, che ha lasciato in eredita’ all’umanita’ molto di piu’ della sua musica.

I vip per i festeggiamenti a John Lennon
La settimana appena cominciata, quindi, sara’ interamente dedicata al suo mito e alla sua arte, per un progetto dalle forme artistiche piu’ svariate, che si amalgameranno tra loro in modo naturale alternando interviste intime e inedite, mostre ed esposizioni di fotografie, testi scritti a mano, abiti, disegni e strumenti musicali appartenuti a Lennon, film e documentari storici e prime esclusive, tra cui quella di ‘American Masters: LennonNYC’ che la stessa Ono ha definito un film bellissimo che offre un ritratto autentico di Jonh e della sua infanzia (fonte www.imaginepeace.com) e dell’acclamato ‘Nowhere Boy’ che narra la storia della sua infanzia turbolenta.

I Quarrymen e le iniziative collaterali
In occasione di questo compleanno speciale, inoltre, si riuniranno anche i tre membri dei Quarrymen, prima band di Lennon. A completare questi sette giorni di arte, musica e memoria, il celebre John Lennon Educational Bus, progetto non-profit che da anni gira in lungo e in largo gli Stati Uniti con lo scopo di avvicinare i giovani alla musica, fara’ tappa fissa nella citta’ degli angeli, perché l’educazione alla musica possa essere accessibile a tutti; quale occasione migliore, quindi, se non la celebrazione di un artista che, sull’universalita’ e sul potere della musica, ha fondato tutta la sua carriera? I festeggiamenti piu’ classici, quindi, forse proprio quelli che Lennon avrebbe voluto: cinema, musica e cultura; in poche parole, arte per tutti, a 360 gradi.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>