Vacanze in Spagna: la Catalogna è la più amata

di Francesca Spanò Commenta

 

Rispetto al 2012 sembra esserci una richiesta ancora maggiore se è possibile da parte degli italiani. La regione catalana, infatti, è preferita da un più 4,5 per cento di abitanti del Belpaese e i motivi sono facili da comprendere. Da queste parti, infatti, non manca l’arte, la cultura e le strutture di villeggiatura che riguardano il mare e la montagna. Senza dimenticare che per gli amanti del buon vivere, si può anche optare per percorsi enogastronomici personalizzati.

In primo piano c’è sempre Barcellona che noi abbiamo visitato ed è veramente incredibile e completa di tutto. Ben più apprezzate rispetto al passato sono pure la Costa Brava come Lloret del Mar e Palamòs, o dei Pirenei, come Girona. La Spagna del resto somiglia all’Italia e non solo come temperature, persino la lingua non è difficile da comprendere e senza allontanarsi troppo, è possibile trovare un pò di casa propria anche altrove.

Due popoli legati in qualche modo da vicinanza e tradizioni e poi, anche in tempi di crisi, è possibile raggiungere la Spagna senza spendere troppo. I dati dei primi mesi del 2012 confermano tale tendenza. Nonostante i soldi che mancano, l’Italia continua a rappresentare il  quarto mercato per la Catalogna. Ci sono collegamenti aerei con 69 scali europei, oltre 40 mila croceristi che ogni anno transitano dal porto di Barcellona, 36 bandiere blu lungo i 220 km di costa e oltre 2000 km di itinerari ciclabili. Una regione che certo si impegna per accogliere al meglio i turisti. Tra i luoghi da tenere d’occhio per un tour fai da te particolare, anche Cadaquès,  mentre a Pùbol si trova il castello di Gala Dalì. Quest’ultimo venne regalato da Dalì alla sua Gala per mantenere la promessa di farne la regina di un castello. Una storia romantica che potete riscoprire da vicino sognando di fronte ad un panorama tanto simile al nostro quanto affascinante.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>