Olanda, tulipani e ricette: i fiori che si mangiano

di Francesca Spanò Commenta

L’Olanda è la regina dei fiori, ma in gran parte del mondo è conosciuta soprattutto per i suoi tulipani. In primavera chilometri di bulbi fioriscono, creando un tappeto colorato che riempie la vista e il cuore e che noi abbiamo avuto modo di vedere quest’anno. Questo fiore, però, è anche commestibile, come ci hanno raccontato durante il viaggio e, tanto per restare leggeri, i suoi petali si possono friggere. Non vi servirà molto tempo e solo qualche ingrediente, ma è chiaro che le varietà floreali, non dovranno contenere pesticidi o veleni vari prima di essere cucinati e consumati.

Per quanto riguarda, dunque, gli ingredienti potrete prendere tre tulipani meglio se gialli, anche dal vostro giardino, in modo da conoscerne provenienza e coltivazione e poi, 200 g di farina, due uova, mezzo bicchiere di birra chiara e 1 pizzico di sale. A questo punto, potrete procedere con la preparazione. Per prima cosa, dovrete separare i tuorli dagli albumi e sbattere i rossi, prima di mescolare piano con la farina per scongiurare la comparsa di grumi.

Stemperate, dunque, il tutto con la birra fino ad ottenere un impasto morbido. Lasciate riposare la pastella per eliminare l’aria incorporata. Montate, a questo punto, a neve gli albumi, con un pizzico di sale e mescolate la pastella. Il momento clou è quello dell’immersione dei petali lavati e asciugati. Friggete il tutto in olio bollente per qualche minuto, senza esagerare con la cottura. Scolateli su carta assorbente prima di servirli. Potete quindi offrirli ricordando di servirli in un piatto insieme a pepe verde e rosso, macinati. L’effetto sarà notevole e anche se molti storceranno il naso, sarete piacevolmente originali. Del resto, è tutto perfettamente commestibile e chi ama i viaggi o è stato in Olanda, non resisterà alla tentazione di provarli per poter dire quale sia il loro sapore.

Photo Credit: Francesca Spanò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>